Rimedi naturali - Antiparassitari naturali: rimedi contro i parassiti delle piante

Posted on

Parassiti orchidee Lumaca Gli Afidi, conosciuti anche come pidocchi, appartengono alla famiglia dei rincoti e sono lunghi circa 2-3 mm, il loro colore varia dal verde chiaro al bruno.

Vediamo quali sono gli effetti dannosi della cocciniglia e come eliminarla dalle piante con i rimedi naturali. Non basta allontanare le cocciniglie dalla pianta, ma devono essere bruciate, come anche le piante invase se non sono più curabili. I parassiti e le malattie delle piante sono molto democratici, nel senso che possono colpire anche i fiori più curati e riguardare persino i giardinieri più esperti. Nei garden, ma anche nei supermercati più forniti, è possibile acquistare rimedi specifici contro i parassiti delle piante. Cannella, aglio e cipòlla sono, invece, i rimedi naturali più consigliati ed efficaci contro i pidocchi delle piante. Tra i rimedi naturali più efficaci per eliminare la cocciniglia dalle piante segnaliamo l’alcool e il sapone di Marsiglia. Pulci delle foglie: sono piccoli insetti a forma di cuneo solitamente verdi, gialli o bianchi. Nematodi: sono prevalenti nella zona radicale della pianta e hanno l’aspetto di vermi,alcune specie possono provocare danni alle piante. Sono molto simili alle mosche comuni nella forma e depongono molte uova che si sviluppano in larve e si nutrono degli steli e delle radici delle piante masticandoli o scavandoli.

Antiparassitari naturali: rimedi contro i parassiti delle piante

  • gli afidi che attaccano fiori e foglie soprattutto quando l’aria è eccessivamente carica di umidità.

Conclusioni Ci sono molti tipi di funghi, malattie ed insetti che possono compromettere la salute delle nostre piante e che possono creare problemi alla completa maturazione.

Il genere Cycas fa parte della famiglia delle Cycadaceae e , come detto prima , comprende tra le più antiche piante esistenti attualmente su questo pianeta e conservatesi nel tempo . La cattiva salute delle piante spesso è provocata proprio da una scorretta manutenzione e dal non rispetto di quelle che sono le singole esigenze della pianta. Intervenire tempestivamente significa anche evitare di ricorrere a prodotti chimici perché nella fase iniziale della “malattia” molto spesso sono sufficienti rimedi “casalinghi”. Quindi prevenzione e tempestiva della diagnosi sono le prime armi che abbiamo a disposizione contro i nemici delle nostre piante, che sono tanti e che dobbiamo imparare a conoscere. La cocciniglia è evidente dai sintomi sulla pianta ospite: la colorazione delle foglie, la forma che assumono, l’indebolimento generalizzato della pianta e dall’interruzione del suo sviluppo. Molti cercano dei rimedi esclusivamente biologici e naturali, ma la lotta a questo insetto dipende in gran parte dalla specie che attacca le piante. A nutrirsi delle piante e quindi a danneggiarle, sono le femmine, mentre i maschi alati, si spostano da una pianta all’altra solo per accoppiarsi. Contro malattie fungine e batteriche, anche in forma preventiva, si consiglia invece di nebulizzare sulle foglie una soluzione di latte scremato ed acqua. Alcuni tipi sono privi di ali, ma si riproducono molto velocemente, altri invece volano da una pianta all’altra, infestando nuove piante anche in luoghi lontani.

Dai rimedi della nonna: La Cura delle piante da malattie e parassiti più comuni

  • 75 g di spicchi d’aglio triturati
  • 10 l acqua bollente
  • spruzzino

La bouganvillea è una pianta ornamentale sensibile all’attacco delle malattie crittogame cioè quelle causate da funghi microscopici che attaccano tutte le parti della pianta dalle radici alle foglie.

I parassiti delle piante sono degli insetti, anche di piccolissime dimensioni, che le infestano durante determinate fasi del loro sviluppo. Anche gli afidi, conosciuti più comunemente come “pidocchi delle piante”, sono molto piccoli e molto temuti. Bouganville Jamaica White: possiede foglie molto grandi, fino a tredici centimetri, di forma rotonda, le brattee sono bianche con sfumature rosa, questa specie presenta fiori piccoli a forma di tubo. In genere colonizzano in gran numero le parti giovani delle piante, i germogli e le foglie; esistono anche specie che infestano le radici, causando grave danno alle piante. Spesso la presenza di questi insetti sulle piante ne rallenta lo sviluppo e crea anche danni alla struttura stessa delle piante. Infatti questi insetti, nutrendosi della linfa delle piante, espellono come prodotto del loro metabolismo una sostanza dolciastra chiamata melata. I rimedi naturali sono migliori, nel senso che si rispetta l’ambiente e la pianta stessa. Uno dei rimedi naturali migliori sono gli insetti antagonisti, ovvero alcuni tipi di coccinelle o vespe contrastano specificatamente la formazione e la proliferazione delle colonie di cocciniglia. Come accennato con il tabacco anche con il peperoncino può essere preparato un macerato che opportunamente filtrato può essere asperso sulle foglie delle piante attaccate dagli afidi.

  • Tea tree oil: 30 gocce;
  • Propoli: due/tre cucchiaini da tè;
  • Sapone di Marsiglia: un cucchiaio da cucina di sapone in scaglie, da mescolare in acqua fino a completo scioglimento.

I danni sono causati dalle femmine che con i loro stiletti perforano i tessuti delle piante e restano attaccate alla pianta nutrendosi dei succhi vegetali, ricchi di zuccheri.

Per rimuovere le cocciniglie dalle piante ornamentali del terrazzo o delle abitazioni è consigliabile asportare manualmente i parassiti utilizzando un pennello o un batuffolo di cotone imbevuti d’alcol. Gli aleurodidi più diffusi in Italia su fusti e foglie delle nostre piante sono i Trialeurodes Vaporiorum, meglio conosciuti come aleurodide delle serre. E’ possibile incontrarla anche in pieno campo.Questi insetti vivono in colonie che si insediano nella parte bassa delle piante oppure sulla parte inferiore delle foglie. Gli antiparassitari naturali sono rimedi biologici per le piante che aiutano a combattere alcuni insetti infestanti come per esempio gli afidi, detti anche pidocchi. Ecco alcuni estratti efficaci contro i parassiti delle piante: foto ideegreen.it Sono numerose le specie di parassiti che possono attaccare le vostre piante nell’orto o nel giardino. Tra i più comuni: Gli afidi sono insetti minuscoli chiamati anche pidocchi delle piante. Alcune specie di acari depongono anche le uova ma va detto che non tutte sono dannose dato che alcune vengono utilizzate al contrario come antiparassitari biologici per piante. Gli Aphidoidea sono una superfamiglia di fitomizi, cioè degli organismi che si nutrono della linfa delle piante, succhiandola direttamente dai vasi cribrosi mediante il rostro, un particolare apparato boccale. Purtroppo, come tutti i parassiti delle nostre piante, le cocciniglie individuano perfettamente le specie da colpire e da danneggiare prendendo, spesso, anche il nome della pianta ospite.

Anche le neanidi si nutrono della linfa delle piante rimanendo fissamente attaccate alle foglie.

La ruggine delle piante ci mette generalmente parecchio tempo prima di uccidere la vostra pianta: sarà un processo lungo a cui potete porre fine anche con dei rimedi naturali. Ecco come riconoscere ed eliminare i parassiti delle piante: COME RICONOSCERLI – Tra i parassiti più comuni vi sono gli afidi. Chiamati anche i “pidocchi delle piante”, sono degli insetti dalle dimensioni minuscole capaci di danneggiare, anche gravemente, ortaggi e piante in vaso. Quando le foglie delle piante sono particolarmente avvizzite e presentano delle sottili ragnatele di colore bianco, quasi sicuramente, avete un problema di acari. Gli acari delle piante non sono, come molti pensano, degli insetti, bensì appartengono alla famiglia dei Tetranichidi (sono, dunque, parenti stretti dei ragni). Ecco 6 rimedi naturali per liberarsi dei parassiti e avere fiori e piante perfette! Jonathan vi spiega quali usare in QUESTO VIDEO>> 2- A volte basta lavare le foglie delle piante infestate con dei rimedi naturali. Le piante sono generalmente sempreverdi ma possono essere anche decidue a seconda della temperatura e dell’umidità del clima in cui crescono. Le foglie sono di colore verde scuro, di forma ovata o ellittica a seconda della specie sono lunghe dai 4 ai 12cm e larghe dai 2 ai 6cm. I consigli di Giardinieri in affitto per combattere i parassiti e i funghi delle vostre piante con metodi 100% naturali: trovate il rimedio che fa per voi! Ecco come potete eliminarli con rimedi naturali ed ecologici, nel massimo rispetto delle vostre piante. Se l’infestazione si presenta ogni anno con regolarità e le vostre piante sono in vaso potete anche pensare di agire preventivamente inserendo nel terriccio delle pastiglie di insetticida. Se invece non volete utilizzare i rimedi naturali per eliminare gli insetti dalle piante potete usare alcuni dei prodotti pubblicizzati qui sotto.

http://catshelter.be/forward.php?url=https://www.parassitacurare.faith/ http://www.magloclen.net/__media__/js/netsoltrademark.php?d=//www.fungocrema.bid http://www.purepilatespower.com/__media__/js/netsoltrademark.php?d=//www.rimediemorroidi.men http://www.taiwancosmed.com/__media__/js/netsoltrademark.php?d=www.emorroidicurare.science http://xaviergprince.com/__media__/js/netsoltrademark.php?d=www.emorroidirimedi.faith https://www.yiplainview.com/track.php?id=0f0c60fa98ec4991a69cf4ea00b5ac26&url=https://www.sintomasvaricosa.accountant/